martedì 22 aprile 2014

BAGNARA: presentato alla Pro Loco il libro “L'appuntamento galante” di Natalino Tripodi


Si è svolta sabato 19 aprile, presso la Sede della Pro Loco di Bagnara Calabra, la presentazione del libro “L'appuntamento galante” di Natalino Tripodi (Disoblio Edizioni). Alla presentazione, moderata da Virginia Parisi (Presidente Nuovi Orizzonti), sono intervenuti: Cesare Zappia (Sindaco di Bagnara Calabra), Giuseppe Spoleti (Assessore alla Cultura di Bagnara Calabra), Bruno Ienco (Presidente Pro Loco Bagnara Calabra), Natale Zappalà (Ricercatore e Scrittore), Salvatore Bellantone (Editore), Natalino Tripodi (Autore del Libro).
Dopo i saluti iniziali di Bruno Ienco, che ha esternato la sua gioia nel presentare un libro di uno dei soci del sodalizio da lui presieduto, il sindaco Cesare Zappia e l'assessore Giuseppe Spoleti hanno manifestato il loro compiacimento nel leggere un libro che rispecchia esattamente la semplicità e la sensibilità toccante che l'autore è solito manifestare nella vita di tutti i giorni, in famiglia e a lavoro, ricalcando inoltre come questo racconto ma anche gli interventi dell'autore per mezzo del suo blog siano uno spazio importante per riflettere e far crescere la comunità bagnarese, puntando tutto sui giovani.
Natale Zappalà si è complimentato per la scelta della copertina e del formato tascabile del libro, i quali riecheggiano alcune pubblicazioni di noti scrittori del Novecento, dopodiché ha sottolineato la bellezza del linguaggio impiegato dall'autore, semplice e suadente, esempio della bella arte della scrittura insegnata nel prestigioso Liceo-Ginnasio “T. Campanella” di Reggio Calabria degli anni passati, periodo nel quale era considerato come una Università. Infine, ha evidenziato l'amenità del racconto, ambientato nel corso della Prima Guerra Mondiale, considerandolo uno specchio di una persona umile, saggia e semplice, e ha augurato all'autore di proseguire con le sue pubblicazioni da donare alle nuove generazioni per educarle al bello, all'arte e ai valori su cui la comunità bagnarese si è edificata.
Salvatore Bellantone ha spiegato che la ragione di pubblicare il racconto L'appuntamento galante è stata non soltanto quella di premiare l'irrefrenabile voglia di raccontare dell'autore ma anche di offrire alle vecchie e alle nuove generazioni la possibilità di recuperare il senso del tramandare ai posteri il passato e di riscoprire al suo interno quei valori attualmente dimenticati e che soltanto i più adulti custodiscono nella loro memoria; racconti che vanno conosciuti e messi per iscritto, per offrire alla comunità l'occasione di ricostruire la propria identità, partendo dal passato.
L'autore infine, Natalino Tripodi, ha ringraziato i presenti e ha raccontato i momenti cruciali della scelta di pubblicare L'appuntamento galante, svelando che a questo racconto ne seguiranno degli altri perché ha tante cose da raccontare, in particolar modo ai più giovani, affinché facciano tesoro del passato nella costruzione del loro destino.
È stata, dunque, una serata molto piacevole, che ha dato l'occasione a ognuno di pensare al proprio passato e di mettere a fuoco l'importanza di trasmetterlo ai posteri, per consentire loro di ritrovare, e di non perdere, la propria identità e quella della comunità nella quale si vive.

Nessun commento:

Posta un commento