lunedì 16 giugno 2014

LAZZARO: Presentato il libro “Leucopetra: la storia greco-romana della città” di Saverio Verduci


Si è svolta sabato 14 giugno, presso il Ristorante “L'Accademia” sito sul Lungomare di Lazzaro, la presentazione del libro “Leucopetra: la storia greco-romana della città” di Saverio Verduci (Disoblio Edizioni). Alla presentazione sono intervenuti Paolo Laganà (Sindaco di Motta San Giovanni), Franco Tuscano (Responsabile Centro Documentazione Parco ArcheoDeri di Bova Marina), Natale Zappalà (Ricercatore e Scrittore), Antonella Repaci (Studiosa di Numismatica e di Archeologia), Sara Crea (Associazione Culturale Athena), Salvatore Bellantone (Editore), Giuseppe Benedetto (Vice Sindaco di Motta San Giovanni), Carmela Latella (Assessore alla Pubblica Istruzione e Politiche Sociali di Motta San Giovanni), Tino Praticò (Associazione culturale Eureka), Saverio Verduci (Autore del libro).
Dopo i saluti iniziali di Sara Crea che ha sottolineato l'importanza del libro Verduci per la valorizzazione delle risorse del territorio di Lazzaro, Natale Zappalà ha chiarito i nodi cruciali della storia greca avvenuta nell'antica Leucopetra, delineati tutti nell'opera di Saverio Verduci.
Paolo Laganà si è complimentato con l'autore di Leucopetra, sottolineando come il libro sia un'ulteriore conferma della passione con cui Saverio Verduci opera da tantissimi anni affinché la storia della città venga fuori e sia conosciuta dai suoi cittadini e dai turisti, mentre Antonella Repaci ha spiegato i momenti decisivi della storia romana tenutasi nella città di Leucopetra, evidenziandone il ruolo centrale nel corso dell'Impero.
Giuseppe Benedetto ha manifestato la sua felicità per Saverio Verduci, in quanto la pubblicazione del suo libro su Leucopetra è il giusto riconoscimento per il suo operato, teso a mettere in evidenza la lunga e bella storia della città, elencandone tutte le informazioni attualmente accertate, invece Franco Tuscano ha sottolineato come il libro di Saverio Verduci sia così di ricco di contenuti storici, toponomastici, epigrafici e archeologici da dimostrare come la storia del territorio lazzarese sia un gioiello all'interno della storia plurimillenaria reggina.
Carmela Latella ha detto che il libro su Leucopetra rappresenta per i cittadini il punto di partenza per cominciare a riappropriarsi della propria identità, mediante lo studio e la conoscenza di tutti i reperti passati in rassegna dall'autore, mentre Tino Praticò ha definito l'opera di Saverio Verduci un'iniezione di cultura di cui i cittadini lazzaresi avevano bisogno per conoscere e valorizzare la storia della città.
Salvatore Bellantone ha chiarito come l'opera su Leucopetra si sposi perfettamente con la collana Clio della casa editrice Disoblio, che si concentra nella riscoperta della storia locale e, infine, Saverio Verduci ha spiegato le numerose difficoltà che ha dovuto affrontare per svolgere una ricostruzione dettagliata e precisa dei reperti presenti nel territorio della città e conosciuti.
La presentazione si è conclusa con l'accensione della lanterna della Disoblio, che ha iniziato a irradiare la città di Lazzaro (Leucopetra) in maniera nuova, con la luce della sua storia antica.

Nessun commento:

Posta un commento