domenica 8 giugno 2014

REGGIO: presentato al Planetarium Pythagoras “La presenza ebraica nella storia reggina” di Felice Delfino


Si è svolta venerdì 6 giugno, presso il Planetarium Provinciale “Pythagoras” di Reggio Calabria, all'interno del ciclo “Astronomia... non solo Astronomia 2014”, la presentazione del libro “La presenza ebraica nella storia reggina” di Felice Delfino (Disoblio Edizioni). Nel corso della presentazione sono intervenuti Angela Misiano Martino (Direttrice Planetarium Pythagoras), Natale Zappalà (Ricercatore e Scrittore), Saverio Verduci (Storico e Giornalista), Salvatore Bellantone (Editore), Felice Delfino (Autore del Libro).
Dopo i saluti iniziali di Angela Misiano Martino che ha ringraziato i presenti, giovani che investono nella propria terra puntando sulla conoscenza, Natale Zappalà ha sottolineato come l'opera di Felice Delfino sia l'ulteriore testimonianza dell'eccezionale cosmopolitismo che ha caratterizzato la città di Reggio Calabria nel corso della sua storia. Chiarendo come Reggio sia stata al centro del Mediterraneo e delle rotte di navigazione, Natale Zappalà ha chiarito come gli ebrei non potevano passare oltre ma hanno dimorato per lunghi secoli nella città, contribuendo alla sua fortuna e alla sua ricchezza economica, testimoniata dai numerosi reperti che ci sono pervenuti.
Saverio Verduci ha ricalcato l'importanza di cominciare a leggere a scuola e a studiare, tra gli altri, anche il testo La presenza ebraica nella storia reggina, per avere coscienza della bellissima storia della nostra città e concepirla, anche, come un vettore di rilancio turistico-economico della provincia reggina. Dopodiché ha passato in rassegna i principali reperti pervenutici, testimonianti la presenza ebraica nella storia della città, puntualmente elencati, commentati e spiegati da Felice Delfino nel corso della sua trattazione.
Salvatore Bellantone ha chiarito come il lavoro di ricerca di Felice Delfino sia unico nel suo genere perché ricco di numerose indagini svolte sul campo in decine e decine di città e paesi aventi ancora tracce della presenza ebraica nella nostra terra. Un lavoro dunque attestante la grande passione dello studioso per la storia della nostra terra, passione che dovrebbe essere trasmessa in tutti i modi ai giovani e agli studenti, per rendersi conto delle fortune storico-archeologiche e dei beni culturali presenti ancora nel nostro territorio.
Felice Delfino ha tracciato in sintesi la storia dei fuochi ebraici nel territorio reggino, mostrando i principali documenti e reperti su cui si è basata la sua ricerca, spiegando come la Calabria potrebbe godere di tantissimi benefici riappropriandosi responsabilmente di queste pagine di storia e concependo queste ultime in ottica turistica, economica e occupazionale.
Accesa la luce della conoscenza della Disoblio, ci si è lasciati chiedendosi per quanto tempo ancora lo studio della nostra storia debba essere inteso soltanto come un diletto e per quanto tempo ancora i tanti giovani studiosi presenti nella nostra terra continueranno a restarvi, in attesa di un meritato riconoscimento che consenta loro di mettere a disposizione della comunità la competenza maturata con anni di studio e di sacrifici, prima di esodare altrove come tanti altri giovani hanno fatto prima di loro.

Nessun commento:

Posta un commento