lunedì 8 dicembre 2014

REGGIO: presentato alla Incontriamoci Sempre “oltre... gli ostacoli” di Paolo Filocamo


Si è svolta domenica 7 dicembre, presso la Stazione FS di Santa Caterina, sede dell'Associazione “Incontriamoci Sempre”, all'interno della rassegna “Un Libro per Amico”, la presentazione del libro “oltre... gli ostacoli” di Paolo Filocamo (Disoblio Edizioni). Nel corso della presentazione, condotta dallo scrittore Antonio Calabrò, sono intervenuti Salvatore Bellantone (Editore), Daniela Mazzeo (giornalista) e Paolo Filocamo (Autore del libro).
Antonio Calabrò ha inaugurato la serata, chiarendo come in un periodo in cui a fare notizia sono sempre il male e gli uomini cattivi, la rassegna “Un Libro per Amico” propone invece un percorso di persone per bene, che hanno fatto dell'onestà e della rettitudine i concetti chiave della propria vita, come Paolo Filocamo. Il suo libro, oltre... gli ostacoli, è un diario di viaggio che ripercorre i momenti cruciali della sua vita, il cui senso è contrastare l'oblio e la perdita della memoria. Dopodiché, assieme a Daniela Mazzeo, Antonio Calabrò ha stabilito un dialogo con l'autore, attraversando passo dopo passo i momenti principali di una vita incredibile come quella di Paolo Filocamo, fatta di tanti inconvenienti ma anche di stupende pagine: la guerra, il ricordo dei genitori, la gioventù, la società degli anni '60-'70, l'amore, il corteggiamento, i valori di un tempo, il lavoro, il dolore, la funzione aggregativa dello sport, la famiglia, le stragi di Bologna e del rapido 908, l'Italia, il significato della paternità, la speranza, i giovani.
Salvatore Bellantone ha spiegato il senso di alcune parole-chiave che accompagnano la lettura di oltre... gli ostacoli: la memoria, il dolore, il pessimismo della ragione e l'ottimismo della volontà. Il suo libro – ha detto l'editore – offre la possibilità, specialmente alle nuove generazioni desiderose di trovare un senso e un significato della vita, di aggiungere al ventaglio dei punti di vista considerati una diversa prospettiva, generalmente presa alla leggera o non conosciuta: la memoria. Il libro di Paolo Filocamo offre l'occasione di proiettare quella ricerca nel passato dei propri familiari e nella vita di un tempo, mettendo a fuoco degli avvenimenti che chiariscono la propria identità e il tempo presente, regalando quella prospettiva somma che consente di generare una comprensione diversa delle cose. Il dolore e gli ostacoli della vita, di cui è intessuta la storia raccontata da Paolo Filocamo, ci sono sempre stati e sempre ci saranno. Occorre guardarli in faccia, rendersi conto della loro realtà ma partendo da essi bisogna anche guardare oltre il muro, perché dietro di esso c'è la speranza di un mondo migliore. Più sono coloro che operano con speranza per scavalcare quell'ostacolo, prima quella speranza sarà compiuta.
Paolo Filocamo ha sottolineato l'impegno necessario per scrivere questo libro di ricordi, a cui teneva molto perché il padre aveva fatto lo stesso e augurandosi che anche i figli faranno la medesima cosa. Il libro racconta tutti gli ostacoli che ha dovuto superare solitariamente, ma anche pagine belle da ricordare, come le amicizie sincere di un tempo, i valori su cui si formava una famiglia, la felicità di una volta malgrado si fosse più poveri, la magia dell'amore, la fierezza di trovare un lavoro sicuro, la passione per la Reggina calcio, la felicità di diventare genitore e molte altre ancora.
Accesa infine la lanterna della Disoblio, la città di Reggio Calabria è stata illuminata da un esempio di laboriosità, genuinità e valori sani, una luce rivolta ai giovani, portatrice della speranza che, con volontà e dedizione, anche loro oltrepasseranno tutti gli ostacoli attuali.

Nessun commento:

Posta un commento