lunedì 23 giugno 2014

PIRAINO (ME): presentato il libro “Dalla relazione a-simmetrica al terzo. La giustizia e la pace in Emmanuel Lévinas” di Patrizia Ferraro


Si è svolta venerdì 20 giugno, presso il Palacultura “Don Pino Puglisi” di Gliaca di Piraino, la presentazione del libro “Dalla relazione a-simmetrica al terzo. La giustizia e la pace in Emmanuel Lévinas” di Patrizia Ferraro, promossa da Disoblio Edizioni con il Patrocinio del Comune di Piraino.
Alla presentazione, moderata da Maria Francesca Fassari (Redattrice), intervallata dalla lettura di poesie a cura di Eleonora Campisi, Francesca Cortolillo, Erica Ferro e Giulia Spurio, accompagnate dal chitarrista Andrea Salvo, sono intervenuti: Calogera Maniaci Brasone (Sindaco di Piraino), Vincenzo Princiotta Cariddi (Assessore alla Cultura di Piraino), Salvatore Bellantone (Editore), Patrizia Ferraro (Autrice del Libro).
Calogera Maniaci Brasone e Vincenzo Princiotta Cariddi hanno sottolineato l'importanza dell'opera di Patrizia Ferraro nel panorama culturale pirainese, per mettere a fuoco la necessità della tolleranza e della responsabilità, nei confronti dell'altro ma anche di se stessi, allo scopo di vivere come buoni cittadini.
Salvatore Bellantone ha sciolto i nodi cruciali del testo filosofico di Patrizia Ferraro, impiegando un linguaggio alla portata di tutti, sostenendo come l'autrice chiarisca esplicitamente nel suo testo la nuova teoria della giustizia proposta da Lévinas; una giustizia cioè concepita non più su un piano ontologico e intesa come un accordo tra potenti e uguali bensì su un piano etico e intesa come un incontro tra impotenti e diversi, che chiama alla responsabilità per l'altro, alla bontà, alla non indifferenza e in direzione della pace.
Prendendo avvio con la lettura di un brano tratto dal Diario di Etty Hillesum, l'autrice, Patrizia Ferraro, ha delucidato come la nuova teoria della giustizia di Lévinas evochi, nel contempo, una concezione differente della politica e del concetto di potere, inteso quest'ultimo come un atto di responsabilità verso la polis e, anche, citando un passaggio del celebre film Schindler List di , come “quando abbiamo ogni giustificazione per uccidere e non lo facciamo”.
Emozionanti sono state le letture di poesie da parte di Eleonora Campisi, Francesca Cortolillo, Erica Ferro e Giulia Spurio accompagnate da Andrea Salvo, le quali hanno condotto i numerosi presenti in un viaggio nella propria interiorità alla ricerca del vero significato dei concetti chiave dell'opera proposta da Patrizia Ferraro.
La presentazione si è conclusa come sempre con l'accensione della lanterna della Disoblio, la quale ha illuminato la cittadina di Piraino con la luce della filosofia, una disciplina giudicata dai più superflua e inutile eppure capace di raccontare le difficoltà vissute attualmente nel panorama sociale nazionale e internazionale e, anche, di proporre alcuni cambiamenti di rotta, ricalcando il ruolo decisivo che l'etica e la responsabilità rivestono nel nostro tempo.

Nessun commento:

Posta un commento