domenica 29 marzo 2015

BAGNARA: sabato 4 aprile la Pro Loco presenta il libro “Lucidi Ricordi” di Natalino Tripodi


Sabato 4 aprile, alle ore 18:00, presso la Sede dell'A. T. “Pro Loco” di Bagnara Calabra, si svolgerà la presentazione del libro “Lucidi Ricordi” di Natalino Tripodi (Disoblio Edizioni). Alla presentazione interverranno: Cesare Zappia (Sindaco di Bagnara Calabra), Giuseppe Spoleti (Assessore alla Cultura di Bagnara Calabra), Bruno Ienco (Presidente Pro Loco Bagnara Calabra), Salvatore Bellantone (Editore), Antonella Cutrupi (Poetessa e Docente d'Istruzione Superiore). Sarà presente l'autore.
LUCIDI RICORDI: Tornato a in Calabria dopo tantissimi anni di permanenza in America, lo zio Vincenzo trova una Bagnara Calabra completamente diversa da quella che ricordava. Passeggiando per le vie del paese, racconta al nipote Giorgio gli avvenimenti, i luoghi e i personaggi della terra natìa risalenti al periodo della sua giovinezza.
NATALINO TRIPODI nasce a Bagnara Calabra il 3 ottobre 1939. Conseguito il diploma di maturità classica presso il Liceo-Ginnasio “Tommaso Campanella” di Reggio Calabria, frequenta per un anno la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Messina per poi trasferirsi a quella di Genova, abbandonata nel 1964 per motivi familiari. Nell’ottobre dello stesso anno viene assunto al Comune di Bagnara Calabra, dove svolge le mansioni di Istruttore presso l’Ufficio Ragioneria fino al 30 giugno 2001. Dopo 37 anni di servizio attivo, dal 1° luglio 2001 viene collocato in pensione per dimissioni volontarie. Dal 1977 al 1985 collabora con Radio Perla del Tirreno, la prima emittente libera di Bagnara Calabra, e agli inizi del 2000 viene eletto prima Consigliere, poi Commissario Straordinario e infine Presidente della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Bagnara Calabra. Dal 2010 cura il blog UT UNUM SINT, dove pubblica interessanti articoli di Arte e Cultura, divertenti episodi della sua infanzia e del periodo liceale. Ama l’arte, la poesia e la musica nelle forme e nei contenuti capaci di suscitare vere emozioni.

Nessun commento:

Posta un commento